sabato 30 aprile 2011

Multimedia VS media ibridi - modificato

Alla luce degli esempi sui quali ci siamo intrattenuti nella lezione di ieri vi invito a trovare e pubblicare nuovi esempi di media ibridi.

Sulla base della distinzione operata da Lev Manovich, vi invito a trovare e pubblicare (come commento a questo post) esempi (immagini, video ecc.) di multimedia e di media ibridi. Vi ricordo di specificare a quale delle due categorie appartiene ciascuno degli esempi che pubblicate e di indicarne sempre la fonte.

13 commenti:

  1. Un esempio di media ibrido potrebbe essere quello dell' e-ink , ovvero una tecnologia che permette di riprodurre elettronicamente, su un dispositivo display, l'effetto dell'inchiostro su un normale foglio di carta : nuovi supporti come i lettori e-book o tablets ri-mediano i libri o i giornali, ma il nuovo media che risulta da questa "fusione" costituisce un tutt'uno indivisibile.
    http://it.wikipedia.org/wiki/E-ink

    Piu' esempi di e-ink su questo sito http://www.eink.com/index.html

    Questo giornale, nell'Ottobre 2008, incorporava nella sua copertina un riquadro con caratteri a tecnologia e-ink
    http://www.youtube.com/watch?v=ow3Zs5ep9G0&feature=watch_response
    Credo che , in questo caso, si possa invece parlare di multimedia, poichè si tratta di due media differenti ( un giornale, cartaceo, ed un display), sovrapposti, ma comunque separati

    Il video che segue questa notizia http://www.printpower.eu/it/news/p/dettagli/lavvento-degli-ibridi-apre-una-nuova-fase-nel-media-planning
    mostra come anche l'emittente americana CBS abbia provato ad inserire un video player in una pubblicità su carta

    Serena D'Aniello

    RispondiElimina
  2. Alessia Angrisano17 aprile 2011 22:47

    L’ibridazione si ha quando la presenza di un medium in un altro ne cambia l’identità e lo trasforma in un nuovo medium: i due media si ibridano dando luogo ad una tecno-logica nuova, risultante dall’impiego congiunto di quelle di partenza ma diverse da entrambe. Nell’ibridazione mediale i linguaggi di media distinti si fondono e si scambiano proprietà. Per ibridazione MCLuhan intende “l’ interpenetrazione di un medium nell’altro” : tra i media esiste una continua azione reciproca che libera nuove energie e genera configurazioni mediali ibride. Esempi di media ibridi possono essere: la diapositiva risultante dalla coniugazione di due tecnologie della visione come la fotografia ed il cinema; Google Earth risultante, invece, dalla coniugazione della fotografia aerea, delle immagini satellitari, della grafica tridimensionale, della fotografia tradizionale. Per multimedialità si intende il fenomeno dell’accorpamento di media differenti, ma non la combinazione dei loro linguaggi: essi coesistono , ma restano separati. In una pagina web o in una presentazione in Power Point troviamo testi, grafica, fotografie, video,suoni; tuttavia ciascun medium mantiene la sua interfaccia ed i rispettivi linguaggi restano distinti. Alessia Angrisano

    RispondiElimina
  3. Facendo qualche ricerca su google trovato questo articolo del 2009 riguardante la distinzione tra i multimedia e i media ibridi e un esempio di media ibrido con l'Entertainment weekly che al suo interno aveva un mini schermo con video collegato.

    http://www.printpower.eu/it/news/p/dettagli/lavvento-degli-ibridi-apre-una-nuova-fase-nel-media-planning

    Come esempio di multimedia ho pensato al lasershow che ho visto l'anno scorso a Gardaland per la presentazione della nuova attrazione Ramses, si trattava di un gioco di laser applicato su uno sfondo reale (l'attrazione alle spalle appunto) e l'aggiunta di un sottofondo musicale ma i tre elementi sebbene appartenenti a media differenti restano separabili.

    Fonte: filmato su youtube della presentazione dell'attrazione Ramses
    http://www.youtube.com/watch?v=1mRcWte_GPM

    Come esempio di media ibrido invece stavo pensando al tg che si vede sui monitor della metropolitana in quanto si fondono media televisivo e computer grafica dato che il presentatore non è una persona reale ma è stato creato tramite l'utilizzo di un software, e i due media usati non sono separabili una volta uniti.

    Claudia Salerno

    RispondiElimina
  4. GIOACCHINO MAURI

    Il CCETT (Centre Commun d’Études de Télédiffusion et de Télécommunication) definisce la multimedialità un sistema o servizio che integra immagine, testo e audio, gestiti in maniera ottimale e che necessita di un numero minimo di funzioni di manipolazione.
    Eric G. Hansen ha precisato che le presentazioni soltanto sonore non sembrano sposare il concetto di multimedia; le presentazioni soltanto visive rientrano invece in tale definizione, in quanto basate su immagini. Un’immagine ferma non è però sufficiente; ma se essa viene accompagnata dal suono allora pare adattarsi al concetto di multimedialità, poiché impiega “figure digitali e suono digitale”. La sua opinione ci porta a definire quale “vera applicazione multimediale” solo quella dotata di immagini in movimento e audio.
    Fonte:
    http://webaccessibile.org/multimedia/l%E2%80%99accessibilita-del-multimedia/definizione-di-multimedia/
    Video sulla multimedialità: http://www.youtube.com/watch?v=lJqj0dHdW0M
    Come esempio di multimedia propongo LIM Lavagna Interattiva Multimediale, in quanto permette di visualizzare immagini e video durante la spiegazione dell'insegnante, permette di realizzare schemi e di memorizzarli per un successivo utilizzo, permette inoltre di completare esercizi predisposti dall'insegnante arricchiti di elementi grafici chiarificatori.
    http://www.racine.ra.it/icbagnacavallo/Progetto_LIM_Lavagna_Interattiva_Multimediale.html




    Come esempio di media ibrido propongo l’ iXtreamer di Xtreamer. La funzione principale per cui è stato progettato è quella di trasmettere musica e video ad una tv ad alta definizione (sono supportate le risoluzioni fino a 1080p) o ad un sistema home theater (con supporto fino a sistemi 7.1).


    Fonte:
    http://www.digitalvideoht.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1124:ixtreamer-media-player-qibridoq&catid=22:htpc-sistemi-multimediali&Itemid=51

    RispondiElimina
  5. Come esempio di multimedialità propongo il "Crowdsourcing” per indicare una metodologia di collaborazione con la quale le imprese chiedono un contributo attivo tramite la rete, agli utenti riuniti in piattaforme partecipative, blog, social network. Le gare sono quindi pubbliche e ciò garantisce un tasso di innovazione e originalità difficilmente rintracciabile in analoghi processi effettuati con metodi tradizionali.

    http://www.youtube.com/watch?v=Fg0I19bmKk4

    Un esempio di nuovi ibridi è il Mirror di Violet : Il Mirror non è altro che un lettore di chip RFID da collegare al PC di casa. Ci si può divertire attaccando chip compatibili su tutti gli oggetti di casa, e programmare azioni più o meno complesse sul computer

    http://www.youtube.com/watch?v=MDBf8-263xs

    Nilde Cerrato

    RispondiElimina
  6. I media ibridi sono media risultanti dall'incrocio-ibridazione-di due media (Marshall McLuhan, Gli strumenti del comunicare, pagg.58-66). Un esempio banale di questa ibridazione potrebbe essere l'ormai desueto videotelefono, strumento che realizza la trasmissione, a distanza e in tempo reale, della voce e di immagini in movimento per mezzo di un impianto per telefonia fissa (il videofonino è un videotelefono per telefonia cellulare). Il videotelefono, dopo un boom iniziale, è stato quasi definitivamente accantonato per una precisa ragione: l'ibridazione del telefono con il video, ha finito per snaturare il primo, nato per le conversazioni, appunto, a distanza. "Il telefono è una forma intensamente personale che ignora tutte le pretese di privacy visiva dell'uomo alfabeta", descrive ancora McLuhan a pag.289.
    Per quanto riguarda i multimedia, a differenza dei media ibridi, ciò che viene a realizzarsi non è un incrocio, ma una coesistenza. I multimedia includono una combinazione di testi, files audio, immagini, video. Per avere una semplicissima idea di cosa sia un multimedia, basta indirizzarsi alla pagina in inglese di wikipedia, alla voce "multimedia" e visualizzare la prima immagine sulla destra.
    Milena Martone

    RispondiElimina
  7. L' uso dei vari media (anche quando integrato dalla tecnologia multimediale) è stato finora dominato da due caratteristiche correlate:
    (a) la separatezza, ciascun medium ha il suo specifico linguaggio costruttivo e organizzativo e lo preserva rigidamente;
    (b) la dominanza, in ciascun caso un medium domina sul/sugli altro/i come organizzatore della comunicazione, mentre gli altri "sussidiano". Multimedia, infatti , non è altro che una tecnologia: una tecnologia che consente la gestione simultanea e fisicamente integrata dell' insieme dei media (parlato, testo scritto, immagini fisse, film, suono) su computer

    Tutt' altra cosa è invece ipermedia. Volendo dare una prima, approssimativa definizione si potrebbe dire che IPERMEDIA E' L' INTEGRAZIONE DEI MEDIA IN UN UNICO , NUOVO OGGETTO COMUNICATIVO NON RIFERIBILE A, NE' COMPRENDIBILE IN, NESSUNO DEI SINGOLI MEDIA SPECIFICI COMPONENTI. Vengono cioè negate le due caratteristiche della separatezza e della dominanza che sono tipiche delle attuali forme comunicative plurimediali. La parola chiave di questa definizione è "integrazione". Ipermedia non è semplicemente un Ipertesto cui sono stati aggiunti altri media, né un multimedia che presenta legami ipertestuali. E' qualcosa di più e insieme di specifico rispetto a queste cose: è un ibrido.
    http://www.nataliavisalli.it/levis/online/ipermedia/ipermedia.htm

    Una lezione in cui il docente utilizza diapositive, commenti orali, brani musicali e video è una lezione multimediale. Un prodotto software, che consente all’utente del computer di navigare fra testi, immagini, suoni, spezzoni di film, si chiama applicazione multimediale. http://www.mozartitalia.org/
    I videogiochi sono stati tra le prime applicazioni multimediali interattive. Qualunque videogioco presenta testi e suoni, immagini fisse e in movimento. Il giocatore è un utente attivo perché può interagire facilmente con il gioco utilizzando il mouse, la tastiera o il joystick. Le enciclopedie su CD-ROM sono tra le più recenti applicazioni multimediali comparse sul mercato. Esse permettono di districarsi in un'enorme quantità di informazioni di vario genere.
    http://www.delfis.it/prodotti.htm
    I prodotti multimediali sono particolarmente adatti per realizzare corsi di formazione assistiti dal computer, chiamati in inglese «Computer Based Instruction» (sigla CBl). Si tratta di corsi interattivi in cui lo studente non solo apprende dal computer ma ha anche la possibilità di interrogarlo. Oggi, per pubblicizzare i loro prodotti, molte aziende realizzano cataloghi multimediali, oltre a quelli su carta. http://www.fendi.it/#/it/donna/readytowear
    http://www.vidalweb.it/multimedia.htm

    I media ibridi sono una nuova specie di tecnologia, in cui le parti componenti (quindi le diverse tecnologie originali) non si sommano ma, si moltiplicano.
    Esempio di media ibrido è TELE System HYBRID blobbox , un decoder ibrido perché oltre alla classica tv digitale terrestre può contenere una serie di contenuti di web tv provenienti da internet, scaricare file e registrare canali sulla chiavetta e cosi via..
    http://www.youtube.com/watch?v=MCdVH2w4O0E&feature=related
    A mio parere esempio di media ibrido potrebbe essere la tecnologia utilizzata dalla nintendo wii
    http://www.youtube.com/watch?v=HkMJIOzCTUE&feature=relate
    Michela Arbucci

    RispondiElimina
  8. Come esempio di medium ibrido propongo la Internet Tv di Sony. Essa (cito testualmente)"offre un mondo di intrattenimento online, direttamente sul proprio TV BRAVIA. Dai siti come YouTube™, Facebook, Skype e Twitter ai servizi di catch-up TV di Rai.tv e Eurosport™, Sony Internet TV offre l'accesso ai migliori contenuti online, direttamente dal proprio divano". Essa, quindi,permette, tramite wi-fi,di usufruire contemporaneamente delle funzioni di un televisore e di quelle di un pc con connessione internet, rivolgendo particolare attenzione ai social network di ultima generazione.

    http://www.sony.it/hub/internet-tv/3/scopri-le-novita

    Inoltre, visitando il blog di Beppe Grillo, mi è capitato di imbattermi in quello che definirei un altro esempio di medium ibrido: una sorta di evoluzione dell'"ordinario" e-book.
    Questo servizio, sviluppato e messo a disposizione degli utenti di tutto il web dal sito http://issuu.com/,consiste nella possibilità di creare, a partire da documenti testuali, dei veri e propri libri/brochure/opuscoli virtuali, con tanto di simulazione dello "sfogliare delle pagine" (a differenza del consueto e-book in formato pdf).

    Eccone un esempio:
    http://issuu.com/beppegrillo/docs/spegniamo_nucleare/10

    Clelia Viti

    RispondiElimina
  9. La differenza tra ibridazione e multimedialità è data da Manovich nel testo Software culture con la seguente definizione:

    Nei documenti e nelle applicazioni multimediali i diversi linguaggi/contenuti sono prossimi, ma separati. Esempio: In una pagina web le immagini e i video affiancano il testo, un mondo tridimensionale può contenere un oggetto-schermo utilizzato per la visualizzazione dei video.

    Al contrario, nel caso dei media ibridi, il mix di interfacce, tecniche e perfino degli assunti di base delle diverse forme e tradizioni mediali porta alla luce nuove specie mediali. L'ibridazione è una riconfigurazione più radicale dell'universo mediale.

    La multimedialità non costituisce una minaccia all'autonomia dei diversi media, poiché i media multimediali mantengono le proprie peculiarità linguistiche, ossia rimangono intatti i modi in cui si organizzano i dati e si accede alle informazioni.

    Nell'ibridazione mediale, invece, i linguaggi di media distinti arrivano a fondersi, scambiandosi proprietà, creando nuove strutture e interagendo in profondità.

    Come nuovo esempio di media ibridi vorrei proporre il flipper disc, un disco che da un lato contiene un film in versione dvd e dall'altro lo stesso film in versione blu-ray permettendo così la fruizione all'acquirente del contenuto nella forma che preferisce e in base ovviamente al possesso o meno di un lettore per l'uno o l'altro formato. In questo caso il medium disco viene modificato perdendo la forma iniziale di solo tipo DVD e acquisisce una forma ibrida di DVD/BLU-RAY

    (fonte http://punto-informatico.it/2765077/PI/News/universal-rilancia-blu-ray-ibrido.aspx)

    Claudia Salerno

    RispondiElimina
  10. Azzardo un nuovo esempio di media ibrido : la tecnologia On Demand offerta dalle tv satellitari Sky e Mediaset Premium.
    Essa permette di poter accedere illimitatamente ad una serie di contenuti ( una sorta di "Videoteca" , selezionata e limitata) per un certo periodo di tempo.
    Per quanto riguarda Sky, cio' si abbina al decoder My Sky HD, che combina le funzioni di un decoder digitale e di un videoregistratore : in esso, infatti è presente un HD capace di registrare un certo quantitativo video; inoltre, sul telecomando,oltre a quelli standard, sono presenti i tasti di play, pausa, riavvolgimento ed avanzamento tipici di un videoregistratore : nuovi linguaggio e possibilità per un nuovo media
    (Fonte: il mio decoder!)
    Serena D'Aniello

    RispondiElimina
  11. Un esempio di pagina web multimediale potrebbe essere il sito d’arte dedicato alla mostra dell’artista Man Ray a Lugano dal 26 Marzo al 19 Giugno 2011. In questo sito troviamo differenti contenuti (video, testo, immagini) i quali sono avvicinati ma tuttavia restano separati, conservando ciascuno le proprie caratteristiche.
    (fonte: http://www.manraylugano.ch/it/index.html )

    Un esempio di media ibrido, invece, potrebbe essere questa sorta di raccolta on-line di immagini e video originali realizzati in giro per il mondo. In particolare alla pagina http://www.blublu.org/sito/video/muto.htm troviamo un esempio di media ibrido in quanto vengono combinati la tecnica dei graffiti, l’animazione, le immagini e il video/documentario.

    Gabriella Giovanna Fico

    RispondiElimina
  12. Un esempio di pagina web multimediale potrebbe essere il sito d’arte dedicato alla mostra dell’artista Man Ray a Lugano dal 26 Marzo al 19 Giugno 2011. In questo sito troviamo differenti contenuti (video, testo, immagini) i quali sono avvicinati ma tuttavia restano separati, conservando ciascuno le proprie caratteristiche.
    Fonte: http://www.manraylugano.ch/it/index.html

    Un esempio di media ibrido, invece, potrebbe essere questa sorta di raccolta on-line di immagini e video originali realizzati in giro per il mondo. In particolare alla pagina http://www.blublu.org/sito/video/muto.htm troviamo un esempio di media ibrido in quanto vengono combinati la tecnica dei graffiti, l’animazione, le immagini e il video/documentario.

    Gabriella Giovanna Fico

    RispondiElimina
  13. Propongo come esempio di media ibrido, Waterlife, un sito web che esplora la bellezza dei laghi americani e pone l'accento sul problema dell'inquinamento dell'acqua. Gli elementi "ibridati" sono il documentario, la fotografia utilizzata per creare figure tridimensionali,la scrittura o testo che diventa grafica in movimento, i video e l'audio.
    Fonte:http://waterlife.nfb.ca

    Come esempio di multimedia propongo, invece, una pagina web di un quotidiano, i cui diversi elementi sono semplicemente accostati, ma non modificati.
    Fonte:http://www.gazzetta.it/

    Alessia Maiuriello

    RispondiElimina