mercoledì 21 novembre 2012

"Originale", ricerca etimologica


Gli studenti sono invitati e cercare (e pubblicare come commento a questo post) nuove definizioni o interpretazioni relative alla parola "originale". Sono particolarmente apprezzati i contributi che si basano su ricerche di tipo etimologico.

21 commenti:

  1. Originale: con riferimento a un'opera d'arte e letteraria, a un documento o a uno scritto, che è di mano dell'autore, che non costituisce una copia, un rifacimento, un'imitazione, una traduzione.
    Fonte:http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/O/originale.shtml
    Valeria Pezzella

    RispondiElimina
  2. Chi molto legge prima di comporre, ruba senza avvedersene e perde originalità, se ne avea. (Vittorio Alfieri)
    Fonte: Wikiquote (http://it.wikiquote.org)

    L'originalità è limitata dall'educazione(nel senso più ampio del termine).Probabilmente si potrebbe essere "originali" soltanto in caso di mancanza di qualsiasi tipo di riferimento.

    Teresa Merone

    RispondiElimina
  3. Dal latino tardo "originalis" derivazione di origo ossia origine. Innovativo, che non si rifà a modelli precedenti, che non imita.
    Fonte:http://www.dizionario-italiano.org/Originale
    ASSUNTA STICCHI

    RispondiElimina
  4. Originale: agg. e s. m. [dal lat. tardo originalis, der. di origo -gĭnis «origine»].

    Una definizione alternativa:
    Singolare, strano, bizzarro e sim., detto di persona: un uomo, una donna originale; che tipo originale!; ve l’ho dato per un brav’uomo, ma non per un originale, come si direbbe ora (Manzoni).
    Fonte: http://www.treccani.it/vocabolario/originale/

    Originale, per estensione, può essere interpretato come qualcosa fuori dagli schemi, che non rientri dunque nella norma o regolarità convenzionale. Sia esso riferito ad un pensiero, abbigliamento o modo di vivere.

    Monica Barba

    RispondiElimina
  5. [vc. dotta,lat. originale(m),agg. di origo,genit. originis 'origine')A agg.1)(raro)Proprio delle origini,avvenuto alle origini:Edizione o.,la prima pubblicata| 2)Proprio dell'autore di un'opera e sim.:la lingua o. del poema è il catalano 3)Che è nuovo e non si richiama a nulla di simile o di precedente:impronta o.,di novità |
    Sara Esposito
    Sara Esposito

    RispondiElimina
  6. Il talento proviene dall'originalità, che è un modo speciale di pensare, di vedere, di comprendere e di giudicare.
    ( Guy de Maupassant, Pierre e Jean, 1889)

    Fonte:http://aforismario.it/aforismi-originalità.htm

    Marta Mazzarelli

    RispondiElimina
  7. Che non dipende o non è ispirato, suggerito da altri esempî o modelli, che non ha somiglianza con altre opere analoghe e ha quindi una sua novità, un suo carattere proprio.
    Fonte: http://www.treccani.it/vocabolario/originale/
    Federica Abenante

    RispondiElimina
  8. Originale: Che esclude ogni idea di riproduzione o copia o anche di alterazione,quindi:primo,singolo,autentico o rigorosamente personale.
    Fonte: Dizionario della lingua italiana Devoto Oli,edizione 2006-2007

    ADELE D'ANDREA

    RispondiElimina
  9. originale
    [dal lat. tardo originalis, der. di origo-inis "origine"]
    - agg. 1. Che si ha dall'origine; originario:stato originale.
    Espressioni: difetto (o vizio) originale, che una persona o una cosa ha fin dalla nascita, dalla costruzione; peccato origiale, nella teologia cristiana, il peccato trasmesso a tutti gli uomini da Adamo ed Eva, che si contrae alla nascita.
    2. Di scritti, opere d'arte, prodotti vari, che è veramente dell'autore o del luogo a cui si attribuisce: testo, manoscritto originale.
    Espressioni: atto (o documento) originale, la definitiva stesura di un documento emanata direttamente dall'autore e contenente tutti gli elementi necessari alla sua utilizzazione giuridica; copia originale, quella fatta dall'autore stesso dell'opera; edizione originale, quella che riproduce il manoscritto dell'autore o il testo da lui approvato; film nell'edizione originale, parlato nella lingua in cui è stato prodotto e, anche, nell'edizione integrale, senza riduzioni.
    3. (estens.) a. Che non dipende o non è ispirato da altri esempi o modelli e ha quindi una sua novità, un suo carattere proprio: un'idea, una trovata originale; uno scrittore originale.
    b. Singolare, strano, bizzarro e sim., detto di persona: che tipo originale!
    s.m. 1. a. Scritto, opera d'arte, documento o altra produzione che è di mano dell'autore, che non è una riproduzione, nè una copia, nè un'imitazione.
    b. (radiotel.) Originale radiofonico o televisivo, opera drammatica concepita e realizzata appositamente per la radio o la televisione.
    Fonte:
    2011- Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani S.p.A
    Ethienne Cardinale

    RispondiElimina
  10. Originale: [Sost.] Si dice a quella cosa, o pittura, o scrittura, o cosa simile, che è la prima ad esser stata fatta, e dalla quale vengono le copie. Lat. autographum. Boccaccio g.4 pag.18. "Quegli che queste cose così non essere state dicono, avrei molto caro, che essi recasser gli originali".
    [Agg.] che ha origine, che trae nascimento. Lat. originalis, originarius.

    Tratto dalla I edizione del Vocabolario della lingua italiana dell'Accademia della Crusca, del 1612, pag. 578.

    Fonte: http://www.accademiadellacrusca.it

    ILARIA CECCARELLI

    RispondiElimina
  11. [o-ri-gi-na-li-tà]
    s.f. inv.
    1 Carattere di chi, di ciò che è originale: l'o. d'un concetto, di una teoria; scrittore d'indiscussa o.

    Fonte:http://dizionari.hoepli.it/Dizionario_Italiano/parola/originalita

    originalità:
    1.proprietà di chi è originale
    2.caratteristica di chi o cosa è diverso dalla normalità.

    Fonte:http://it.wiktionary.org/wiki/originalit%C3%A0

    Claudia Camillo

    RispondiElimina
  12. Vincenzina Nappi26 novembre 2012 13:56

    originale[o-ri-gi-nà-le] agg., s.• agg.

    1 Relativo alle origini, che esiste dalle origini SIN originario: stato o.; estens. costitutivo: difetto o.

    2 Spec. con riferimento a un'opera d'arte e letteraria, a un documento o a uno scritto, che è di mano dell'autore, che non costituisce una copia, un rifacimento, un'imitazione, una traduzione SIN autografo: manoscritto, quadro o. || leggere un'opera, un autore nel testo, nella lingua o., nella lingua in cui l'autore lo ha scritto, non in traduzione | edizione o. di un film, non doppiata

    3 Innovativo, che non si rifà a modelli precedenti, che non imita SIN inedito, nuovo: un'opera o.; estens. stravagante: un abbigliamento o.

    4 Riferito a un oggetto, un prodotto, non fasullo o contraffatto SIN autentico: stoffa o. scozzese || ricambi o., quelli costruiti dalla stessa casa che produce la parte da sostituire

    • s.m.

    1 Nell'accez. 2 dell'agg.: l'o. del contratto; un libro tradotto dall'o.; anche, il modello reale raffigurato in fotografie o opere artistiche: il ritratto è meglio dell'o. || copia conforme (all'o.), eseguita direttamente dal testo o.

    2 (anche f.) Persona un po' stravagante SIN eccentrico: suo marito è un vero o.

    • avv. originalmente 1. All'inizio, al principio: originalmente, la casa aveva due piani 2. In modo originale, con originalità: vestire originalmente

    • sec. XIV
    Fonte:http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/O/originale.shtml

    RispondiElimina
  13. [originale]

    agg originale
    1 originario-iniziale-primitivo di partenza, come era all'inizio
    Il piano originale era un po' diverso.

    2 autentico-autografo che è la prima copia, che non è frutto di riproduzione
    un manoscritto originale

    3 prodotto-autentico-genuino fabbricato nel luogo in cui è produzione tipica
    tessuto indiano originale

    4 nuovo-inedito-fresco che non imita precedenti modelli
    stile originale
    un concetto originale

    5 bizzarro-strano-stravagante-strambo che suscita stupore o curiosità
    vestirsi in modo troppo originale

    testo originale = quello integrale, prima degli eventuali tagli o modifiche
    in lingua originale = non tradotto
    edizione originale = la prima pubblicata
    peccato originale = nella teologia cristiana, lo stato di colpa trasmesso da Adamo a tutti gli uomini

    n m originale#copia ciò che non è copia, imitazione o traduzione

    L'originale della statua si trova a Firenze.
    copia conforme all'originale
    una traduzione fedele all'originale

    Fonte http://it.thefreedictionary.com/originale

    Regina Fontanella

    RispondiElimina
  14. Vincenzina Nappi26 novembre 2012 17:44

    【o-ri-gi-nà-le】

    Definizione e Significato:
    Aggettivo, Sostantivo

    Aggettivo
    Relativo alle origini, che esiste dalle origini Sinonimo: originario: stato originale; Estensione, costitutivo: difetto originale
    Specifico con riferimento a un'opera d'arte e letteraria, a un documento o a uno scritto, che è di mano dell'autore, che non costituisce una copia, un rifacimento, un'imitazione, una traduzione Sinonimo: autografo: manoscritto, quadro originale ‖ leggere un'opera, un autore nel testo, nella lingua originale, nella lingua in cui l'autore lo ha scritto, non in traduzione ‖ edizione originale di un film, non doppiata
    Innovativo, che non si rifà a modelli precedenti, che non imita Sinonimo: inedito, nuovo: un'opera originale; Estensione, stravagante: un abbigliamento originale
    Riferito a un oggetto, un prodotto, non fasullo o contraffatto Sinonimo: autentico: stoffa originale scozzese ‖ ricambi originale, quelli costruiti dalla stessa casa che produce la parte da sostituire
    Sostantivo Maschile
    Nell'accezione 2 dell'Aggettivo: l'originale del contratto; un libro tradotto dall'originale; anche, il modello reale raffigurato in fotografie o opere artistiche: il ritratto è meglio dell'originale ‖ copia conforme (all'originale), eseguita direttamente dal testo originale
    (anche femminile) Persona un po' stravagante Sinonimo: eccentrico: suo marito è un vero originale
    Avverbio originalmente 1. All'inizio, al principio: originalmente, la casa aveva due piani 2. In modo originale, con originalità: vestire originalmente

    Estratto da "http://www.dizionario-italiano.org/index.php?

    RispondiElimina
  15. Ciò che fa l'originalità di un uomo è che egli vede una cosa che tutti gli altri non vedono. (Friedrich Nietzsche)

    Fonte: http://it.wikiquote.org/wiki/Originalità

    Sara Pirozzi

    RispondiElimina
  16. (originale)

    1 dell'origine; che esiste dall'origine;

    2 che rappresenta la prima realizzazione di qualcosa che è riproducibile, ripetibile, copiabile;

    3 si dice di prodotto tipico che proviene dal
    luogo della sua origine, che risale all'epoca
    sua propria, o che è fabbricato dalla stessa casa che per prima lo ha immesso sul mercato col suo marchio;

    4 interamente nuovo, che non ripete modelli precedenti;

    5 strano, bizzarro, stravagante;

    6 che non è copia, riproduzione, traduzione, imitazione;

    fonte: Il Grande Dizionario Garzanti della lingua italiana

    Rosa Bove

    RispondiElimina
  17. L'originalità è l'unica cosa di cui coloro che originali non sono non possono comprendere l'utilità. Non vedono a che cosa gli serva: e come potrebbero? Se lo potessero, non si tratterebbe più di originalità.

    John Stuart Mill, Sulla libertà, 1859

    fonte: http://www.aforismario.it/aforismi-originalita.htm

    MADNESS

    RispondiElimina
  18. "L'Originalità (cioèla produzione non imitata) della immaginazione, quando sbocca in concetti, si dice Genio[...]inventare qualcosa è del tuto diversodallo scoprire. Infatti la cosa che si scopre, si ammette come già preesistente, solo che non era ancora conosciuta.
    Ora, il talento di inventare si chiama: Genio.

    Citazione da-Immanuel Kant-

    Valentina S.

    RispondiElimina
  19. ORIGINALE aggettivo: 1 Che è dall'origine, che esiste dalla nascita. 2 Che è come in origine.//Che appartiene, risale all'epoca di cui mostra tratti caratteristici.//Di prodotto che è stato fabbricato dall'azienda che per prima lo ha commercializzato. 3 Di ogni opera che sia di mano dell'autore o che provenga direttamente dall'autore, autentico. 4 Che ha carattere proprio, è del tutto nuovo e non deriva da modelli.
    ORIGINALE sostantivo: 1 Opera, esemplare, modello originale rispetto alle eventualiriproduzioni,copie, riduzioni e adattamenti. 2 Lingua originale. 3 Manoscritto o dattiloscritto completo di tutte le indicazioni per la composizione tipografica. 4 Opera nata per una trasmissione radiofonica o televisiva e non tratta da un'opera preesistente. 5 Persona strana, stravagante.
    Dal tardo latino originale(m) deriv. di origo, originis, "origine".

    FONTE:Dizionario Gabrielli

    Origo, originis, f. 1 Origine, inizio, nascita. 2 Fonte, provenienza, causa, origine. 3 Luogo d'origine, madrepatria. 4 Origine, stirpe. 5 Progenitore, capostipite fondatore. 6 Discendenza. 7 Derivazione (di una parola).

    FONTE: Vocabolario Campanini-Carboni Latino-Italiano

    Marechiuso

    RispondiElimina
  20. Il più stupido di tutti gli errori si ha quando delle teste giovani e buone credono di perdere la loro originalità riconoscendo il vero che è già stato riconosciuto da altri.
    Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni
    Sara Esposito

    RispondiElimina
  21. La singolarità vera e nuova, l'originalità, non è cosa che si procacci di fuori; si ha dentro o non si ha; e chi l'ha veramente non sa neppure d'averla e la manifesta con la maggiore semplicità.
    Luigi Pirandello, La camminante, 1906.

    Fonte: http://www.aforismario.it/luigi-pirandello.htm

    Mariarosaria Vitiello

    RispondiElimina