venerdì 30 ottobre 2009

Corriere.it: Una (impossibile) giornata senza Rete

Il 29 ottobre 1969 ve­niva inviato il primo messaggio attraver­so Arpanet. Oggi i giornalisti si dividono in due.

http://www.corriere.it/cronache/09_ottobre_30/impossibile-giornata-senza-rete-severgnini_db534aa8-c524-11de-bfa4-00144f02aabc.shtml

2 commenti:

  1. Lucrezia La Marca23 dicembre 2009 12:26

    Io penso che la conoscenza di Internet sia diventata indispensabile per lo studio e per il lavoro, oltre che particolarmente proficua per il tempo libero. Uno dei segreti del suo crescente successo non consiste forse nella possibilità di utilizzarla per mille cose diverse? Posta elettronica, chat, web-cam, newsgroup, mailing-list, giochi interattivi, acquisti on-line....Ma la cosa più bella è che parlando di Internet si fa riferimento ad un'immensa banca dati sulla quale è possibile trovare quasi di tutto: orari di treni e aerei, materiale per una ricerca scolastica, numeri telefonici, indirizzi di persone di tutto il mondo, migliaia e migliaia di programmi per computer prelevati da siti che li offrono gratuitamente.
    Consultare giornali in Internet non ha il solo scopo di risparmiare il prezzo di acquisto del quotidiano in edicola ma significa soprattutto avere la possibilità di sfogliare una edizione aggiornata all'ultimo minuto, di poter consultare numeri arretrati, di poter leggere quotidiani italiani, stranieri o periodici che esistono solo in rete, vale a dire non disponibili in edicola.
    Per non parlare poi del notevole impatto di Internet negli altri settori del mondo quotidiano quali scuole, banche, Poste, e così via.
    Purtroppo ci sono anche persone affette da fenomeni di "dipendenza compulsiva" da Internet, o forse meglio dire IAD, ma questo non deve e non può ostacolare lo sviluppo e l'utilità di questo potente mezzo di comunicazione che noi tutti oramai riteniamo necessario utilizzare.
    Il web fa parte del nostro mondo, soprattutto per noi giovani, ed è proprio vero che è difficile rimanere una giornata senza rete!

    RispondiElimina
  2. Sul corriere.it l'avviso del governo tedesco sulle falle di internet explorer.
    Ancora non ho ben capito perchè nel mondo sia il browser più utilizzato.
    http://www.corriere.it/cronache/10_gennaio_16/internet-explorer-rischio-governo-tedesco_520c8fd2-02ed-11df-8bfd-00144f02aabe.shtml

    RispondiElimina